Virtual Rome 2.0

Periodo: 2008
Sito geografico: Fori imperriali, Via Appia, Via Flaminia, Villa di Livia
Tipo di progetto: Progetto di ricerca
Responsabile: Sofia Pescarin
Project team: Augusto Palombini, Bruno Fanini, Emanuel Demetrescu, Ivana Cerato
Partner: Arcus s.p.a., Soprintendenza Archeologica di Roma, V-Must.Net
Parole chiave: 3D models, Musei Virtuali, Realtà Virtuale, Roma, Territorio, Territory, Virtual Archaeology, Virtual Heritage, Virtual Museums

Virtual Rome 2.0 è un caso di studio selezionato dal progetto V-MUST.NET per affrontare le problematiche della gestione di paesaggi (archeologici e antichi) on line. Nell'ambito di questo progetto verranno testate tre tecnologie: una soluzione a plug-in (OSG4WEB - basata sulla libreria open source OpenSceneGraph), e due soluzioni basate su webGL (SPIDERGL e X3DOM).

Il progetto nasce da un precedente progetto (Virtual Rome) realizzato dal CNR ITABC (2008), un framework open source basato su un back-end e su un front-end per l'esplorazione del suburbio di Roma oggi e come potenzialmente poteva essere nel II secolo d.C. Grazie al plug-in OSG4WEB gli utenti potevano esplorare in 3d il paesaggio, volando sul territorio e entrando all'interno dei monumenti principali (Ponte Milvio, Malborghetto, Grottarossa, Villa di Livia, Parco dell'Appia Antica, Fori Imperiali), interagire nel cyberspazio attivando diversi comportamenti e hyperlinks e infine editando la scena per inserire nuovi modelli o modificare quelli esistenti.

Il progetto è tutt'oggi in corso di sviluppo