• Progettare in Sostenibilità: qualificazione e digitalizzazione in edilizia

PRO-SIT - Progettare in Sostenibilità: qualificazione e digitalizzazione in edilizia

Periodo: 2017-2020
Tipo di progetto: POR CAMPANIA FESR 2014-2020: "Distretti ad Alta Tecnologia, Aggregazioni e Laboratori Pubblico Privati per il rafforzamento del potenziale scientifico e tecnologico della Regione Campania"
Responsabile: Elena Gigliarelli
Laboratorio: BHiLAB
Project team: Luciano Cessari, Filippo Calcerano, Luigi Biocca, Giovanni Caruso, Nicolò Paraciani, Sara Aroun
Partner: Stress scarl (capofila) Federico II: DIST e DIARC, DICMaPI, CESMA, Unisannio, Consorzio T.R.E., RINA Consulting S.p.a., TECNOSISTEM S.p.a., Graded S.p.a., SEA Costruzioni S.r.l., ETT S.p.A, Consorzio Integra
Parole chiave: ICT, Built Heritage, Heritage BIM, HBIM

Il Progetto PRO-SIT - PROgettare in SostenibilITà: qualificazione e digitalizzazione in edilizia è stato finanziato dal programma POR CAMPANIA FESR 2014/2020 - "Distretti ad Alta Tecnologia, Aggregazioni e Laboratori Pubblico Privati per il rafforzamento del potenziale scientifico e tecnologico della Regione Campania per la creazione di una massa critica di capitale umano con profilo scientifico tecnologico e attitudini imprenditoriali idonee a favorire i mutamenti tecnologici ed economici della Regione Campania in coerenza con il percorso di specializzazione tecnologico-produttiva sancito dalla la RIS3 Campania.
PRO-SIT si pone l'obiettivo di sviluppare metodologie e procedure per la valutazione e la quantificazione della sostenibilità in edilizia mediante l’utilizzo di piattaforme di progettazione integrata. Alla luce delle profonde trasformazioni richieste dal mercato, risulta evidente la necessità di trasformare l’intero processo produttivo del settore delle costruzioni; la fase di progettazione dovrà essere supportata da opportune metodologie di simulazione e modellazione e saranno necessari strumenti e protocolli di valutazione che durante l’intero processo di costruzione consentano la verifica della rispondenza del prodotto alle esigenze di progetto ed alle prestazioni richieste. Come caso studio-dimostratore è stato scelto il complesso di archeologia industriale della Fabbrica ex-Corradini situata fra mare e linea ferroviaria nel quartiere di Napoli San Giovanni a Teduccio.