Progetto INTAS Preservation, restoration and protection of the Timurid monuments at Samarkand

Periodo: 1995-1997
Sito geografico: Samarcanda
Tipo di progetto: INTAS (International Association for the promotion of cooperation with scientist from the New Independent States of the former Soviet Union)
Responsabile: Luciano Cessari
Laboratorio: BH LAB
Project team: Luciano Cessari, Elena Gigliarellli
Partner: Istituti dell’Uzbekistan, CNRS, Università di Ancona, Istec - Cnr
Parole chiave: Salvaguardia, restauro e tutela dei monumenti timuridi a Samarcanda

“Preservation, restoration and protection of the Timurid monuments at Samarkand (Uzbekistan)”


Il progetto, di cooperazione scientifica con Istituti dell’Uzbekistan, e in collaborazione con il CNRS, l’Università di Ancona, e l’Istec del Cnr ha sviluppato uno studio storico architettonico del mausoleo del Gur i Amir e della moschea di Tillya Kari e il progetto di salvaguardia di alcuni edifici del complesso monumentale di Shahi-Zinda a Samarcanda.
Per documentare questo insieme architettonico e per descrivere lo stato attuale degli edifici è stato realizzato un piano diagnostico integrato di indagini, prospezioni e campionamenti (sopralluogo geologico dell’area; monitoraggi geometrici di cupole; riprese fotogrammetriche; ricognizione sullo stato di conservazione degli edifici; prospezioni georadar; rilievi con apparecchiature per indagini ultrasoniche; campionamento ed analisi di materiali).
Nel corso del progetto sono state sviluppate metodologie innovative per il rilievo morfologico delle cupole a doppia copertura. Un sistema sperimentale, che utilizza per la prima volta apparecchiature topografiche fotogrammetriche e distanziometro laser, consente il rilievo geometrico di grande precisione di alcune strutture architettoniche strutturalmente complesse e staticamente dissestate. Vengono elaborate procedure, modelli ricostruttivi e simulazioni tridimensionali della morfologia e delle deformazioni delle volte.