Digital Heritage Expo 2015

Periodo: 2015
Sito geografico: Granada
Tipo di progetto: Mostra Internazionale
Responsabile: Sofia Pescarin
Laboratorio: VHLab
Project team: Daniele Ferdani, Emanuel Demetrescu, Bruno, Fanini, Eva Pietroni, Sofia Pescarin, Ivana Cerato, Alfonsina Pagano

All'interno della seconda edizione della conferenza DigitalHeritage (Granada, 28 - 1 Ottobre 2015) è stato organizzato il DigitalHeritageExpo, uno spazio espositivo nel quale diverse tipologie di applicazioni di tecnologie digitali per la valorizzazione del patrimonio culturale sono state mostrate al pubblico.

Digital Heritage Expo è stato ospitato presso lo Science Park Museum di Granada, occupava più di 1000 metri quadri di superficie ed era divisa in 8 sezioni:

  • Interpretando il nostro passato
  • Preservare e divulgare il patrimonio in pericolo 
  • Ricercare la via verso il passato
  • Documentare e riprodurre il patrimonio
  • Sperimentare il passato
  • Immergersi nel passato
  • Librerie digitali
  • Video e animazioni 

I visitatori della mostra hanno avuto modo di viaggiare nel tempo e nello spazio, raggiungendo diversi paesi da tutto il mondo, coprendo un periodo storico di oltre 5000 anni; le esposizioni permettevano ai visitatori di esplorare siti archeologici e monumenti, immergersi in ambienti architettonici sorprendenti ed essere coinvolti in mondi virtuali storici, ascoltare storie del nostro passato, interagire con una vasta gamma di dispositivi, e, infine, unire il "digitale" con "patrimonio".

Digital Heritage Expo è stata organizzata dall'Università di Granada, SEAV (Spanish Society for Virtual Archaeology) e il Dipartimento ITABC del CNR in collaboration con lo Science Park Museum. E' stata promossa dalla mostra Archeovirtual della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico e Arqueologica 2.0, sponsorizzata da Barco, Comune dell'Alhambra e Generalife, Ministero Andaluso di Economia e Conoscenza, Iberia, IEEE Computer Society Spanish Chapter, Eurographics, VSMM, Department of Software System of the University of Granada, Free Software Office of University of Granada, Technical School on Informatics and Telecommunication Engineer of the University of Granada, Autodesk, Viajes El Corte Inglés, Spanish Ministry of Economy and Competitiveness.


 All'interno dell'evento il CNR ITABC Ha presentato l'Installazione AiRome.

L'installazione AiRome è composta da due applicazioni che mirano a creare un'esperienza condivisa e un gameplay di collaborazione tra i visitatori. La prima applicazione ("Admotum") consiste in un serious game che permette al visitatore di esplorare virtualmente gli ambienti ricostruiti tridimensionalmente del Foro di Augusto e della Pace (Roma), usando gesti e movimenti del corpo, con l'obiettivo principale di trovare alcuni reperti archeologici. La seconda applicazione ("Holoint") si comporta come un'unità di ispezione, è costituito da un display olografico e un controller Leap Motion che consentono ad un secondo utente di interagire con gli oggetti virtuali trovati dal primo.