Caratterizzazione dei metalli di interesse archeologico e storico-artistico

Sito geografico: Cratere di Trebenishte, Croce di Borbona, Croce di Forcella, Croce di Rosciolo, Croce di Sant’Elpidio, David di Donatello, Formelle Porta del Paradiso, Porta di San Paolo, Pugile, Tesoro di Misurata, Vittoria di Brescia
Tipo di progetto: Progetto nazionale
Responsabile: Marco Ferretti
Partner: INFN - LNF, Instituto de Ciencia de Materiales, Universidad de Valencia, Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma
Parole chiave: Archaeological metals, Enamels, Large bronze sculptures, Non-destructive analysis, XRF

L’attività riguarda lo studio della antiche tecnologie di fabbricazione dei manufatti metallici di interesse archeologico e storico e delle loro implicazioni nella composizione, microstruttura e stato di conservazione del manufatto stesso. In questo ambito, si stanno studiando con particolare interesse: a) la mobilità del piombo nella ricottura delle leghe di rame, b) metodi XRF per la caratterizzazione di materiali multistrato, con particolare riferimento all’argento dorato e smaltato e la loro applicazione all’analisi di croci processionali di argento di età medievale e c) la formazione di strati superficiali ricchi in stagno nei bronzi che hanno subito lavorazione meccanica.